Buoni pasto: Imprese, bene Castelli, passo in avanti per una riforma radicale

“Il passo in avanti che registriamo oggi sulla questione dei buoni pasto è estremamente positivo e apre la strada a una soluzione che auspichiamo ponga fine al più presto ad una situazione ormai insostenibile per le nostre aziende, che pagano commissioni eccessive a fronte di un prezioso servizio erogato ogni giorno a milioni di lavoratori”.

 

Così Fiepet, Fipe, Confesercenti, Federdistribuzione, Fida Confcommercio, ANCC Coop e ANCC Conad.

 

“Diamo atto dell’impegno con cui la Vice Ministra del MEF, on. Laura Castelli, ha raccolto le istanze delle imprese, sostenendo una proposta di intervento che rimarca l’importanza di tutelare il sistema dei buoni pasto, introducendo un principio di equità tra il servizio offerto e le commissioni applicate alle aziende della distribuzione e della ristorazione.

 

L’auspicio è che la soluzione individuata sia il primo tassello di un percorso che porti alla necessaria riforma strutturale del sistema dei buoni pasto, ormai non più procrastinabile”.

 

 

Il comunicato di Fiepet, Fipe, Confesercenti, Federdistribuzione, Fida Confcommercio, ANCC Coop e ANCC Conad