Discoteche: Grassi (Fiepet), riapertura passo in avanti. Ma siamo unico settore che attualmente può restare aperto solo in zona bianca

 “La riapertura decisa dal Governo è un passo in avanti”. E’ quanto ha spiegato Filippo Grassi, responsabile nazionale del comparto intrattenimento-discoteche di Fiepet Confesercenti, in un'intervista ad una radio nazionale. 

 

“Certamente - ha sottolineato il presidente - è arrivato un segnale concreto per le imprese, anche se purtroppo si riapre solo in autunno, con un’altra stagione estiva persa alle spalle e con limitazioni importanti per quanto riguarda la capienza dei locali. Più dell’80% delle attività da noi censite presso i nostri associati, infatti, sono sotto le mille unità: siamo nell’incubo in cui hanno vissuto teatri e cinema quando la capienza era al 50%. Durante la stagione invernale, perciò, potranno beneficiare delle misure del nuovo decreto i gestori dei locali che avranno una capienza molto elevata, mentre chi ha una capienza ridotta sarà costretto a pensare se aprire o meno, in termini di sostenibilità dei costi”.  

 

“Inoltre - ha concluso Grassi - siamo l’unico settore che attualmente può restare aperto solo in zona bianca, quindi se si è in zona gialla i locali restano chiusi. Questo condiziona fortemente anche le eventuali assunzioni di personale: gli imprenditori hanno bisogno di maggiori certezze”.